Skip to main content

La cedolare secca per affitti a società

La cedolare secca per chi affitta a società è uno dei temi caldi del momento.

A farne parlare nuovamente è stata la sentenza n. 12395 della Corte di Cassazione depositata il 7 Maggio 2024.

Con questa sentenza la Corte di Cassazione ha chiarito che la cedolare secca può essere applicata anche nel caso in cui l’inquilino è una società o un’impresa che affitta un immobile ad uso residenziale per i propri dipendenti, collaboratori, clienti o fornitori.

La corte di Cassazione considera “irrilevante la qualità del conduttore e la riconducibilità della locazione, laddove ad uso abitativo, alla attività professionale del conduttore (ad esempio, come avvenuto nel caso di specie, per esigenze di alloggio dei suoi dipendenti)”.

 

Un piccolo ripasso sulla cedolare secca.

La cedolare secca è un regime di tassazione in misura “flat” che prevede la possibilità, per un proprietario (persona fisica) di un immobile residenziale in affitto, di pagare una tassa fissa del 21% sui canoni percepiti.

Questo regime è alternativo a quello della tassazione ordinaria Irpef che vede i canoni percepiti fare cumulo con i propri redditi per poi essere tassati in base allo scaglione di appartenenza.

Un’altra agevolazione per chi sceglie la Cedolare secca risiede nel vedersi azzerate le imposte di registro pari al 2% che il proprietario e l’inquilino devono pagare ad ogni annualità del contratto di locazione.

L’unico svantaggio per il proprietario  è l’impossibilità di aggiornare i canoni con l’adeguamenti Istat per tutto il periodo di opzione della cedolare secca.

Per valutare la convenienza o meno dell’opzione della cedolare secca è bene comunque confrontarsi con il proprio commercialista.

 

Se vuoi approfondire l’argomento della tassazione sugli affitti ti lascio il link ad un’interessante articolo https://proprietarioalsicuro.it/blog/quanto-e-tassato-laffitto-residenziale-a-brescia-ecco-la-tabella/

 

Cosa succede adesso per chi affitta a società?

La sentenza sopra citata è sicuramente un’apertura importante sulla possibilità di applicazione della cedolare secca per la locazione di immobili abitativi.

Tuttavia occorrerà attendere per capire se cambierà la posizione dell’Agenzia delle Entrate o meno.

Infatti, attualmente la registrazione di contratti con cedolare secca con il  conduttore impresa vengono bloccati al momento della registrazione.

Occorrerà quindi attendere per capire quando questa sentenza verrà recepita dall’Agenzia delle Entrate.

 

 

Al prossimo articolo.

Carlo Apostoli

Intermediazione e gestione immobili in affitto a Brescia | Co-Founder @AffittiBrescia | Co-Founder @B-Stanze | Co-Founder @Prontoperl’affitto | Co-Founder @AffittiGarda| @Proprietarioalsicuro 

 

Visita il nostro sito:

https://www.affittibrescia.it

 

affittare a brescia, affitti brescia, affitti transitori, affittibrescia, affitto, agente immobiliare, agenzia immobiliare, asseverazione, asta, brescia, brescia stanze, bresciastanze, canone concordato, carlo apostoli, carloapostoli, commercialista, concordato, condominiali, condominio, contratti transitori, contratto, immobiliare, inquilino, investimento, locazione, non pagare tasse affitto, proprietario al sicuro, proprietarioalsicuro, reddito, registrazione, rendita, risoluzione, solo affitti brescia, soloaffitti, tassazione, tassazione affitto, transitori